“E’ amaro e pizzica! Non mi piace.”

E’ amaro e pizzica! Non mi piace.“. Quante volte lo abbiamo sentito?

Diversi studi e test di assaggio hanno dimostrato che la maggioranza dei consumatori non apprezza l’olio amaro e piccante preferendo quelli più dolci e fruttati. Non è la scoperta dell’acqua calda ma poco ci manca.

Tutti noi, o comunque la maggioranza, preferiamo d’istinto gli alimenti più dolci fin dall’infanzia e questa attitudine ce la portiamo nell’età adulta zuccherando Tè, caffè e mangiando torte e gelati. Niente di male, siamo fatti così.

Come accade anche in altri casi però, non può essere solo il gusto a guidare le nostre scelte. E questo è il caso dell’olio EVO.

Cominciamo con lo spiegare perchè alcuni EVO sono amari e piccanti.

Nelle foglie e nei frutti dell’olivo sono presenti grandi quantità di antiossidanti (polifenoli) che la pianta usa per difendersi dagli agenti patogeni. In base all’epoca della raccolta e dalla cultivar la percentuale di polifenoli può variare sensibilmente.

E’  la presenza di questi antiossidanti che dà all’olio il gusto amaro e piccante ma non solo questo. Queste sostanze sono anche responsabili di altre importantissime caratteristiche: rendono il prodotto stabile nel tempo dove il primo assaggio sarà uguale all’ultimo (rispettando però le regole di conservazione. Leggi l’approfondimento.) e rende l’olio EVO un prodotto nutriente e curativo.

Non sono novità ma è sempre utile ricordarne i principali benefici: i grassi monoinsaturi presenti nell’olio EVO proteggono il sistema cardiovascolare, i polifenoli difendono da molti tipi di tumori, la presenza di vitamina E, un altro potente antiossidante, che protegge le cellule dall’invecchiamento.

Come dicevamo l’epoca della raccolta influisce sulla presenza di tutte queste sostanze. Più la raccolta è precoce (prima che i frutti siano completamente maturi) più la percentuale sarà alta.

Da qui possiamo dire che se un olio EVO “ci piace di più” perchè non pizzica e ha un gusto più rotondo e fruttato vuole anche dire che tutte quelle caratteristiche di cui abbiamo parlato sarano presenti in quantità minore. Saremo quindi di fronte ad un prodotto di minore qualità che magari ci piacerà di più per i pochi secondi che attraverserà la nostra bocca ma che non ci fornirà tutti i benefici citati.

Credo che in queste poche righe ci siano sufficienti motivazioni per dare all’olio EVO amaro e piccante una chance.

A noi la scelta.

Tags:

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.